Pamela Mastropietro: è ancora giallo sulla sua tragica fine

Pamela Mastropietro: è ancora giallo sulla sua tragica fine

Il giallo di Pamela Mastropietro si infittisce. La seconda autopsia della ragazza a rivelato particolari che hanno sconvolto gli stessi medici che hanno dichiarato di non essersi mai trovati dinanzi ad una situazione del genere. Le ossa sono state disarticolate togliendo cartilagine e legamenti, poi ripulite con la varechina. Il femore, così come si legge su Il Mattino oggi, è stato lasciato con la cute aperta.

La giovane è stata poi ritrovata con la lingua tra i denti e dei buchi sui polsi. Ma se lei si limitava solo a sniffare o fumare come mai aveva dei segni di puntura? Mistero per adesso. Gli inquirenti hanno fermato tre uomini di origini nigeriane che sarebbero i responsabili dello scempio sul corpo della ragazza. Nessuno ha ammesso quanto accaduto ma le celle dei cellulari li collocano nello stesso posto in cui era Pamela. Uno di loro aveva già tentato la fuga ma è stato poi preso dalle forze dell’ordine. Questa insomma è la settimana decisiva per far luce sul delitto della povera 18enne.