Travagliato, papà lo rimprovera per la scuola: bimbo di 8 anni s’impicca

Travagliato, papà lo rimprovera per la scuola: bimbo di 8 anni s’impicca

Tragedia a Travagliato, in provincia Brescia. Un bambino di otto anni, originario del Pakistan, si sarebbe impiccato con una sciarpa fissandosi all’armadio della sua cameretta dopo esser stato rimproverato dai genitori. A fare la macabra scoperta la madre del piccolo.

Il bimbo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Civile di Brescia dopo ora di pranzo, ma a causa delle sue condizioni – apparse gravi fin da subito – non è riuscito a superare la notte. Inutili i tentavi di rianimazione del personale medico. A spingere il bimbo al folle gesto, il rimprovero del padre. A quanto pare la vittima si sarebbe rifiutata di seguire le lezioni pomeridiane a scuola.

Un capriccio che al papà non è andato giù: “Guarda che a scuola ci devi andare”, gli avrebbe detto. Un richiamo che, però,  ha generato frustrazione e rabbia al figlio, che lo ha indotto al suicidio. Il piccolo ha lottato tra la vita e la morte, ma alla fine non ce l’ha fatta: il suo cuore ha spesso di battere ieri sera. La notizia del decesso si è diffusa subito in città, gettando nello sconforto un’intera comunità.