Napoli. Agguato a Miano, la camorra torna a sparare: due morti. I nomi

Napoli. Agguato a Miano, la camorra torna a sparare: due morti. I nomi

Agguato di camorra stasera a Miano, periferia nord di Napoli. Il bilancio parla di due morti. A morire sotto i colpi dei killer Antonio Mele, 57 anni, e Biagio Palumbo, 53. Le vittime si trovavano a bordo di una Peugeot bianca quando sono stati raggiunti dai killer.

Sono stati uccisi a colpi d’arma da fuoco nella seconda traversa di via Janfolla, all’ altezza dell’isolato 1, nel quartiere di nord di Napoli. Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagni Vomero e i mezzi di soccorso del 118. Da tempo nel quartiere si vivono fibrillazioni criminali dopo la “caduta” dal clan Lo Russo.

Secondo una prima ricostruzione, le due vittime di oggi erano ex affiliati della cosca egemone a Miano ma “transitati” tra le fila dei Nappello. Palumbo fu arrestato nel 2003 poichè doveva espiare otto anni di carcere. Il suo nome compare in un’intercettazione ambientale tra Salvatore Lo Russo, all’epoca capo dei Capitoni, Raffaele Perfetto e Oscar Pecorelli, braccio armato del clan.