Ciro Ascione, il giorno del dolore ad Arzano: l’ultimo saluto al 16enne

Ciro Ascione, il giorno del dolore ad Arzano: l’ultimo saluto al 16enne

E’ il giorno del dolore per Ciro Ascione oggi ad Arzano, nella chiesa di Sant’Agrippino. Tantissima gente in piazza Cimmino per i funerali del 16enne morto – come accertato dall’autopsia – dopo essere caduto dal treno Napoli-Casoria mentre ritornava a casa.

Prima la scomparsa, gli appelli, la mobilitazione; poi la tragica scoperta nei pressi dei binari e la richiesta di verità. Secondo le indagini si sarebbe trattato però di un incidente: il ragazzino avrebbe viaggiato appeso al predellino del treno per non tornare tardi a casa dopo essere stato con la fidanzata a Napoli. Lo confermano le immagini di videosorveglianza e gli esami sulla salma. Intanto questa mattina la squadra locale, l’Arzanese, ha voluto dedicare la netta vittoria (6-0 sul Vas Calcio) proprio alla memoria di Ciro Ascione. Granata, il tecnico della gloriosa squadra (fino a pochi anni fa in terza serie, ora dopo il fallimento in terza categoria) ha specificato: “Bella vittoria, la vittoria del gruppo. La dedichiamo a Ciro Ascione”.

Inizio rito funebre alle ore 14 ma la bara bianca è arrivata poco dopo le 13 e ad attenderlo c’erano già centinaia di persone. Tra questi, un gruppi di giovani con una maglia bianca con le foto e la scritta “Ciro vive”. All’esterno della chiesa palloncini colorati da far volare all’uscita della bara.