Dramma lavoro Cub Napoli-Caserta, operaio si toglie la vita

Dramma lavoro Cub Napoli-Caserta, operaio si toglie la vita

Operaio Cub si toglie la vita. Antonio Nozzolillo, 57 anni, di Sparanise nel Casertano, ex dipendente del Consorzio Unico di Bacino Napoli-Caserta, ha deciso di togliersi la vita, impiccandosi al cancello della propria abitazione, a ridosso dell’area mercato.

E’ successo nella giornata di ieri ed alla base del gesto estremo ci sarebbero ragioni economiche. L’uomo, come altri suoi colleghi, non percepiva da circa tre anni gli stipendi dovuti. A riferirlo in una nota è il sindacato azzurro Faila che ha puntato il dito contro la struttura consortile locale, proclamando immediatamente “lo stato di agitazione in ambito regionale di tutti i lavoratori dei consorzi della Campania”. L’uomo lascia moglie e tre figli.

Tanta rabbia tra gli operatori del settore. Sono in molti a lamentarsi di condizioni economiche non soddisfacenti. Il cinquantasettenne – come ha scritto il sindacalista Vincenzo Guidotti sulla propria pagina facebook – non percepiva uno stipendio da tempo. La frustrazione, l’incapacità di far fronte anche alle spese ordinarie, ha evidentemente spinto l’operaio a compiere un gesto radicale. “La situazione dei lavoratori dei Cub e’ sempre piu’ drammatica – sottolinea Guidotti – e, di fronte a questa ennesima tragedia, dichiariamo lo stato di agitazione di tutti i lavoratori dei Cub e il presidio permanente, da lunedi’ alle 9,00, con conferenza stampa alle 11,00, nello spazio antistante il Palazzo della Regione Campania in via Santa Lucia in Napoli”.

“Era una persona onesta e laboriosa, con alte qualità professionali, sempre dedito alla famiglia ed al lavoro”, ha detto di lui un collega. Lunedì, a partire dalle nove del mattino, un presidio permanente dei lavoratori del comparto ecologico, alle dipendenze degli stessi consorzi del territorio regionale, cercherà di smobilitare l’azione politica circa i problemi, soprattutto di natura retributiva, che saranno proposti all’attenzione.

Ancora sgomenta la comunità di Sparanise. La notizia del decesso del cinquantasettenne, infatti, ha immediatamente fatto il giro del paese. E numerosi sono stati i messaggi di cordoglio espressi da amici e colleghi.