Commercianti denunciati, politici contro i commissari

Commercianti denunciati, politici contro i commissari

La denuncia ai tre commercianti della Coigiass dopo le proteste al Comune ha acceso ancor di più gli animi. E a favore degli imprenditori si schierano gli esponenti politici.

M5S – Ultimo a esprimere il proprio sostegno è il Movimento 5 stelle che chiede un immediato ritiro della denuncia. “La colpa è anche un po’ dei commissari – dice Nicola Palma, candidato sindaco dei grillini –  che in maniera del tutto autoritaria hanno deciso, senza alcun piano di marketing, di apporre dei paletti e chiudere il Corso Campano”.

POZIELLO – Contro la commissione è Antonio Poziello, in corsa alle primarie del Pd, secondo cui la decisione della ztl non poteva spettare a loro visto tra l’altro che il mandato sta per terminare. “E’ mai possibile, che con questi tre signori vada a finire sempre a denunce e a rivolte? La decisione di fare o non fare un’isola pedonale è una scelta politica che compete ai cittadini e agli amministratori. Non può essere l’imposizione di una triade commissariale” scrive su Facebook.

E la solidarietà ai denunciati arriva anche da parte di Franco Carlea, dell’associazione Giugliano Futura, e di Giuseppe Misto, consigliere regionale. Per entrambi la scelta di una ztl deve essere presa in comune accordo con i commercianti. “Le decisioni che incidono sul loro vivere quotidiano non possono essere assunte da chi è chiamato a gestire, in via straordinaria, l’ordinario” ha dichiarato Misto. Insomma visto che il loro è un mandato straordinario visto che vengono a seguito di un commissariamento per infiltrazioni camorristiche, secondo Maisto, non possono prendere decisioni che interessano la vita quotidiana.

Più cauto Carlea che auspica il ritorno alla normalità e il raffreddamento degli animi ascoltando la voce dei commercianti.