Regionali, ancora un rinvio per le primarie Pd. Alleanze ancora in bilico

Regionali, ancora un rinvio per le primarie Pd. Alleanze ancora in bilico

Un nuovo rinvio. Il quarto. Le primarie del Pd per la scelta del candidato governatore della Campania non si terranno più il 22 febbraio bensì il 1 marzo. Un rimando tecnico che viene dalla direzione nazionale tenutasi ieri a Roma. Pare che tutti siano indietro nell’organizzazione della macchina del voto.

I CANDIDATI – Un rinvio che in ogni caso pare non dispiacere a Migliore, che ha ufficializzato la candidatura solo da qualche giorno, a Di Lello e Di Nardo che hanno avuto campagna elettorale più breve e a Cozzolino che può conquistare ancora qualche voto. Nei corridoi del Nazareno pare che Guerini abbia confermato le primarie ma pare abbia anche detto di considerare “inopportuna” la candidatura di De Luca.

ALLEANZE – E intanto che le primarie vengono rinviate, ancora non sono state siglate le alleanze. Oggi Guerini incontrerà Alfano proprio per fare il punto sulle regionali. E lo stesso Alfano ieri ha rimandato l’incontro con Caldoro che avrebbe stabilito i termini della sua ricandidatura.

NICOLAIS – Ma che fine ha fatto il nome di Gino Nicolais come candidato unico? Nome che avrebbe riunito sotto l’ala dei democratici anche l’area popolare ma che adesso probabilmente è sempre più vicina a Berlusconi che non può permettersi di perdere la Campania. Lo stesso Alfano ha dichiarato che “con il governatore Caldoro abbiamo governato bene in questi 5 anni”.