“Non sapevamo che vicino alla posta c’è il commissariato”: la confessione dei rapinatori. Ma c’era un terzo complice

“Non sapevamo che vicino alla posta c’è il commissariato”: la confessione dei rapinatori. Ma c’era un terzo complice

“Non sapevamo che lì vicino ci sta il commissariato di polizia”. Hanno esordito così l’interrogatorio i due rapinatori arrestati dagli agenti del commissariato di polizia di Giugliano per la rapina all’ufficio postale di via Colonne.

TERZO COMPLICE – Gli inquirenti sarebbero però sulle tracce di un terzo complice. I due arrestati, Giuseppe Rainone di 43 anni e Bruno Basile di 26, sarebbero infatti arrivati in macchina dove il terzo uomo li attendeva pronto per la fuga. Alla vista della volante della polizia però l’uomo è scappato da solo mentre i due balordi erano all’interno della posta e venivano ammanettati. Gli agenti stanno adesso vagliando le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona per risalire all’identità del complice.

LA RAPINA – Il colpo fallito è stato sventato grazie ai poliziotti che stavano transitando proprio su via Colonne. Gli agenti notando un insolito assembramento di persone vicino l’ufficio postale si sono avvicinati e hanno visto dall’esterno i due rapinatori con i volti travisati da scaldacollo e delle persone ammassate in un angolo. Hanno così immediatamente fatto irruzione immobilizzando e arrestando i due rapinatori. Uno dei due aveva tra le mani un sacchetto contenente 655 euro.

IL WEB – Le immagini del colpo fallito hanno scatenato i commenti del web. Internauti orgogliosi si sono complimentati per il lavoro delle forze dell’ordine.