Giugliano, con i soldi delle rapine compra case e magazzini. A Mugnano il sequestro

Giugliano, con i soldi delle rapine compra case e magazzini. A Mugnano il sequestro

I carabinieri hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro mezzo dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Napoli su richiesta della locale propria VII sezione di

– 5 appartamenti aritcolati su 52 vani,

– 2 magazzini di estensione pari a 170 mq

– un’autorimessa di 10 mq

Tutti intestati ad Anna Sequino, 53 anni di Giugliano.

L’attività investigativa avviata nel marzo 2013 a seguito della proposta dell’applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nei confronti del figlio di Anna Sequino, Francesco De Rosa, 31enne pregiudicato ha consentito di acclarare che

– la donna era fittiziamente proprietaria dei suindicati beni, tutti nella disponibilità indiretta dei figlio

– l’edificazione è stata completata in concomitanza con tre rapine commesse, tra l’anno 2001 e il 2008, dal giovane ai danni di due uffici postali e un supermercato ubicati nel centro Italia durante le quali furono asportati 70 mila euro

l’evidente sproporzione tra i redditi dichiarati da De Rosa, Sequino e De Rosa Ciro, 55enne padre di Francesco e gli averi nella loro disponibilità. I valori complessivo è di 2 milioni di euro.