Rovato, Luca Lecci morto schiacciato nell’azienda del padre: aveva 19 anni

Rovato, Luca Lecci morto schiacciato nell’azienda del padre: aveva 19 anni

Schiacciato dal tornio davanti agli occhi del papà. E’ morto così Luca Lecci, 19enne di Villa Carcina, nel bresciano, operaio presso l’azienda  di elettronica di proprietà del papà a Rovato, sempre in provincia di Brescia. Il giovane era rimasto incastrato in un tornio, mentre lavorava nell’Elettronica LG, ditta di famiglia.

Stando ad una prima ricostruzione degli inquirenti, Luca stava effettuando un’operazione di fresatura quando una manica del maglione è rimasta incastrata nel tornio che si non si è fermato e ha trascinato con sé il ragazzo, schiacciandolo. Il giovane è deceduto agli Spedali Civili di Brescia, dove era stato trasportato in condizioni critiche.

Il padre, Fontano Lecci, ha assistito alla scena ma non è riuscito a fermare in tempo il tornio ed evitare che il figlio venisse trascinato nel meccanismo dopo che una manica del maglione era rimasta impigliata. Era stato lo stesso genitore a chiamare i soccorsi. Sui social, il commosso ricordo degli amici del giovane Luca: «Mancherai tanto, piccolo angelo».

luca lecci

Luca Lecci in una foto su Facebook