Roma, violenza sessuale su una studentessa: arrestato Massimo De Angelis

Roma, violenza sessuale su una studentessa: arrestato Massimo De Angelis

A incastrarlo un messaggio inviato sul telefonino della ragazzina. “Ciao, amore. Che stai facendo?”. A leggerlo i genitori. Da lì è partita l’indagine che ha portato all’arresto per violenza sessuale di Massimo De Angelis, professore di 53 anni del liceo Classico “Massimo” con sede all’Eur.

Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, gli incontri hot con la studentessa avvenivano in un’aula defilata di solito usata per le lezioni degli studenti delle medie. Palpeggiamenti, toccatine, forse rapporti sessuali completi consumati dopo un “corteggiamento” insistente portato avanti dal professore nei confronti della ragazzina. Gli abusi sono stati condotti tra ottobre e dicembre.

Dopo la scoperta fatta sul cellulare, i genitori hanno svegliato la figlia e l’hanno invitata a raccontare tutto e a liberarsi dal peso che portava dentro da qualche settimana. Lì l’ammissione: ho avuto rapporti con il professore di latino e greco, Massimo De Angelis. L’occasione ad hoc creata dal docente era rappresentata dalle ripetizioni a cui la minore partecipava. Mamma e papà hanno deciso dunque di sporgere denuncia alla Polizia.

Sono scattate subito le indagini. Negli uffici del commissariato di via Farini, diretto da Giovanna Petrocca, la ragazza è stata ascoltata in audizione protetta in procura. Il suo telefonino, quello del professore e anche altri supporti informatici sono stati sequestrati e saranno analizzati dalla polizia postale nelle prossime settimane. Per ora infatti risulterebbe solo questo caso, ma non si può escludere che il docente sia coinvolto in vicende simili con altre studentesse.

Tags