Nasce tra i giovani il “Tide Pods Challenge”: ingerire detersivo per lavatrici

Nasce tra i giovani il “Tide Pods Challenge”: ingerire detersivo per lavatrici

Dopo il “Blue Whale”, arriva un’altra folle moda in voga tra i teenagers americani: mangiare capsule di detersivo per lavatrici e pubblicizzare “l’impresa” sui social.

A lanciare l’allarme la Consumer Product Safety Commission, che sta cercando di contrastare questa pratica ricordando che l’ingestione del detersivo contenuto può essere fatale.

La sfida ha un nome preciso: “Tide Pods Challenge” e consiste nel masticare una capsula di detersivo per lavatrice fino alla fuoriuscita del sapone. A quel punto lo “sfidante” può sputare la capsula e il suo contenuto. Un amico filma “l’impresa” e poi la condivide sulle piattaforme social spingendo altri coetanei a fare altrettanto. Vince chi “resiste” di più.

Al momento, il bilancio dell’assurdo gioco che spopola tra i ragazzi è di 37 casi di intossicazioni. Lo scorso anno invece sempre in questa fascia di età le segnalazioni erano state 220, di cui il 25% riconducibili al ‘challenge’, di cui sono presenti video su tutte le principali piattaforme social in cui le capsule vengono mangiate o tenute in bocca fino a far uscire sapone.

«Quello che è cominciato come un gioco – afferma Ann Marie Buerkle, che dirige la Consumer Product Safety Commission – ora si è spinto troppo oltre». L’ingestione delle capsule può portare a vomito, difficoltà respiratorie e perdita di coscienza, con i sintomi più gravi per le persone che hanno delle malattie precedenti, ma le conseguenze possono essere molto peggiori.

Sempre negli Usa sono stati riportati almeno dieci morti per le conseguenze dell’ingestione, di cui due bambini e otto anziani con demenza. Alcune associazioni di consumatori hanno chiesto alle aziende di cambiare l’aspetto delle capsule, rendendole meno attrattive soprattutto per i bambini.