Parte bene il Sanremo di Carlo Conti con un superlativo Tiziano Ferro

Parte bene il Sanremo di Carlo Conti con un superlativo Tiziano Ferro

Un Sanremo scorrevole e vibrante, quello di Carlo Conti andato in scena ieri sera al teatro Ariston. Luci e attenzioni puntate sulla musica, con piccole spruzzate di riflessione e comicità.

Tra i brani più interessanti quello di Nek, Nesli e Malika Ayane. Il testo più impegnato è “Io sono una finestra” di Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi, dove il tema della diversità viene trattato con i guanti raffinati della poesia.

Il “regalo più grande” della prima serata è stata decisamente l’esibizione di un Tiziano Ferro in gran forma. Elegante, semplice e preciso, il cantautore italiano ha dimostrato in pochi minuti perché a differenza dei suoi colleghi è stato invitato come ospite.

Esilarante esibizione del duetto comico Doppia Coppia di Made in Sud, in tinta con il tema canoro della manifestazione.  Esplosiva la tanto attesa esibizione di Albano e Romina Power e il loro mancato bacio sul palco che li ha visti icone degli anni ottanta.

Tra i momenti più intensi della serata, il ricordo degli artisti scomparsi su i versi e le note de Il carrozzone cantata da Emma Marrone ed Arisa, le quali dimostrano, da ex vincitrici della kermesse, di meritare il palco dell’Ariston soprattutto come cantanti.
Un Sanremo che promette bene, insomma, con un Carlo Conti sempre impeccabile e all’altezza della situazione. In apertura il primo saluto va agli esimi colleghi che lo hanno preceduto.