Sant’Antimo. Omicidio, possesso di armi e rapina: dai domiciliari al carcere

Sant’Antimo. Omicidio, possesso di armi e rapina: dai domiciliari al carcere

I carabinieri della Tenenza di Sant’Antimo coordinati dalla Compagnia di Giugliano hanno arrestato Francesco Di Grazia, 45 anni, appartenente all’omonimo sodalizio criminale egemone a Carinaro e collegato al clan dei Casalesi.

L’arresto in sostituzione della misura degli arresti domiciliari a cui era sottoposto per i reati di omicidio, porto abusivo di armi e rapina, aggravata dal metodo mafioso. L’uomo è stato trasferito nel carcere di massima sicurezza di Secondigliano, dove sconterà il resto della pena.