Giugliano, salta l’ecovilaggio rom: dalla Prefettura arriva un’altra decisione

Giugliano, salta l’ecovilaggio rom: dalla Prefettura arriva un’altra decisione

Per ora si tratta di un’indiscrezione non ancora ufficializzata, ma che sarebbe più che fondata, perché viene dai corridoi della Prefettura di Napoli. Mercoledì scorso si è tenuta una riunione tra Comune di Giugliano, Regione Campania e vertici della Prefettura per discutere dell’ecovillaggio rom di Giugliano, oggetto nell’ultimo anno di violenti scontri e diatribe politiche sulla sua utilità. Dal tavolo di confronto sarebbe emersa una decisione nuova, e del tutto inaspettata: bloccarne la realizzazione.

L’obiettivo è promuovere nuovi programmi di integrazione sociale e dirottare i fondi stanziati dall’ente regionale e dal Ministero dell’Interno (un milione e 600mila euro) per la realizzazione di una nuova convenzione da sottoscrivere con le associazioni vicine al mondo rom. Al posto dell’ecovillaggio, i soldi verranno usati a mo’ di sussidio alle famiglie attualmente allocate tra Giugliano e Qualiano, di fronte all’Hotel Mediterraneo, perché possano trovare un alloggio. Sarebbe superata dunque l’idea del ghetto, che ha sollevato accesi confronti sia dentro che fuori il consiglio comunale giuglianese e si opterebbe per una nuova idea di integrazione.