Stadio De Cristofaro ai privati: bagarre e polemiche su Facebook.

Stadio De Cristofaro ai privati: bagarre e polemiche su Facebook.

Stadio affidato ai privati, questa la decisione che ha fatto infuriare i tifosi. Ma ad adirarsi non sono stati solo gli ultras. A contraddire il provvedimento di project financing anche Antonio Poziello che scrive un duro post su Facebook: “Io credo che il project financing vada fermato – scrive – Che vada dato agli amministratori che saranno eletti nel prossimo mese di maggio il compito di compiere scelte strategiche per la città. Credo che lo stadio vada ripristinato e consegnato non ad una gestione speculativa, ma ai cittadini di questa città cui già troppi beni sono stati sottratti per destinarli a gestioni private. Che senso ha realizzare strutture con i soldi pubblici se poi la gestione degli stessi è privata?”.

Contro anche Andrea D’Alterio fiduciario Coni: “Un impianto sportivo non è una struttura per realizzare dei profitti, è un luogo di aggregazione. Importante come una piazza o un luogo di culto, rappresenta l’anima e le passioni di una città. Oggi che Giugliano deve ricostruire un suo tessuto sociale, il rischio che tale impianto vada in mani private determinerebbe la fine di ogni sogno per rivedere il calcio a Giugliano”.

Molto critici invece esponenti dell’associazionismo anche nei confronti di chi ha esposto contrarietà al project financing. “Dai tempi di pianese stiamo facendo la battaglia per avere uno stadio decente – spiega Giuseppe D’Alterio dell’associazione Giugliano Bene Comune – Ora sotto elezioni qualcuno e’ interessato allo stadio, vecchi e nuovi che siano sono i soliti politichetti giuglianesi”.

Gli fa eco Mario Riccardo di Rifondazione Comunista: “Se noti bene sono gli stessi politichetti che da più di tre anni hanno frapposto ostacoli ad ogni iniziativa di recupero di questo bene pubblico. Rosicano. Ma loro lo fanno per interessi personali o di chi hanno alle loro spalle…Non lo fanno per il bene della collettività”.

Insomma si apre una aspra polemica sulla vicenda stadio. Cosa ne sarà non si sa. Tra il nuovo bando che vorrebbe affidarlo per un milione di euro e la reale fattività del progetto passeranno anni e lo stadio resterà lì abbandonato e degradato.