Giugliano, 250mila euro dal Governo per la chiesa di Santa Sofia

Giugliano, 250mila euro dal Governo per la chiesa di Santa Sofia

Giugliano. Duecentocinquantamila euro. Questa la cifra stanziata dal governo per restaurare uno dei luoghi dimenticati della città di Giugliano. Il prescelto, o meglio quello suggerito, è la Congrega del corpo di Cristo della chiesa di Santa Sofia e la sua cupola. Sì, suggerito, perché qualche cittadino ha inviato una mail al governo chiedendo che fosse finanziato il recupero di quell’edificio dichiarato inagibile qualche anno fa.   

Il progetto ideato dal governo Renzi si chiama “Bellezza, recuperiamo i luoghi culturali dimenticati” e vedeva lo stanziamento di 150milioni di euro per recuperare chiese, musei, conventi o castelli. Luoghi conosciuti ma non famosi ma che una volta visitati non lasciano indifferenti. Qualche mese fa l’ex premier annunciò lo stanziamento invitando i cittadini a inviare mail a un apposito indirizzo presentando la loro proposta. Raccolte le oltre 139mila mail una commissione ha scelto quali progetti finanziare e tra questi c’è Giugliano. Il recupero interesserà la cripta della congrega che è di fianco la collegiata e la cupola della chiesa dove da diverso tempo c’è una rete di contenimento per la caduta di calcinacci. Saranno poi riqualificati decori e crociere laterali della chiesa. Un intervento dunque che metterà in sesto parte della collegiata consentendo così di nuovo la fruibilità di un’area che da anni è inagibile e chiusa ai fedeli.    

Adesso c’è però da capire chi abbia proposto il progetto al governo, chi ha a cuore le sorti della chiesa che ospitava le spoglie di Giambattista Basile. Non ci sono indizi utili per risalire al concittadino che ha fatto dunque ottenere il finanziamento ma che invitiamo a contattare la nostra redazione.