Il manuale dei carabinieri contro le truffe agli anziani. Tutti i consigli per evitare raggiri

Il manuale dei carabinieri contro le truffe agli anziani. Tutti i consigli per evitare raggiri

Tante le truffe agli anziani che si stanno ripetendo in questo periodo. Il carabinieri pubblicano un vademecum.

Attenzione alle offerte assai vantaggiose, se veramente sono tali, non sarà un incontro occasionale a proporvele. L’ideatore una volta giunto a buon fine, si dissolverà. Le tariffe possono essere perpetrate di persona, al telefono o in posta e anche internet. Si può essere fermati in strada, una visita a casa.

Diffidate delle apparenze. Apparenza distinta, sorriso cordiale,  massima disponibilità, gli “amici” truffatori si presentano con un aspetto tranquillizzante. Approfitteranno della vostra ingenuità per spillare i soldi della pensione. Sull’insicurezza gioca anche il sedicente amico che non esiterà ad abbracciarvi affettuosamente sfilando dalla tasca il cellulare. Sapranno colloquiare anche a telefono.

Non aprire la porta. Il cancello e il portone non si aprono a sconosciuti. Controllare il visitatore dallo spioncino e ricorrete alla catenella. Un funzionario del Comune o delle Poste, un incaricato dell’Inps, dell’Inail, un tecnico del gas o della luce, non si presenta a casa vostra senza preavviso. E non compete a lui la riscossione di bollette, il controllo dei pagamenti o i rimborsi a vostro vantaggio. Prima c’è bisogno di una comunicazione. Contattate l’azienda e attenzione perché chiunque si presenti alla porta potrebbe darvi il numero del complice.

Mai in contanti. Se vi propongono un acquisto immediato allora bisogna pagare il bollettino postale, così si ha conferma della società che vi ha offerto il prodotto e la garanzia dell’avvenuto acquisto.

Il tesserino non basta. I servizi bancari vengono forniti in banca e non porta a porta. Attenzione anche a chi dice di appartenere a enti benefici o religiosi. Attenzione anche alle forze dell’ordine in abiti civili è inusuale. Carabinieri, polizia e guardia di finanza sono sempre in uniforme.

Nessuna confidenza al telefono: attenzione alle chiamate di sedicenti avvocati che chiedono denaro per un vostro familiare in difficoltà o che vi comunicano che un delegato passerà a prendere soldi. Non pagate in nessun caso. Attenzione anche ad internet.

Attenti ai bambini: non vanno mai mandati ad aprire porte e portoni.

Non fatevi distrarre: attenzione a chi vuole fare amicizia per strada.

Un buon vicinato infine potrebbe aiutarvi in caso di difficoltà. Ad ogni modo chiamate le forze dell’ordine sempre.