Caldaia rotta, famiglia distrutta: morti padre, madre e figlio

Caldaia rotta, famiglia distrutta: morti padre, madre e figlio

Tre persone sono morte a Vignole Borbera, in provincia di Alessandria, probabilmente a causa di una intossicazione da monossido di carbonio. Secondo le prime informazioni, si tratta di marito, moglie e figlio maggiorenne.

L’allarme è scattato nel pomeriggio, ma il decesso potrebbe risalire alla scorsa notte. Sul posto con i vigili del fuoco stanno operando i carabinieri. E’ intervenuto anche il 118. A dare l’allarme al numero unico d’emergenza 112 sarebbe stato un vicino. Sempre secondo le prime informazioni, a causare l’intossicazione da monossido sarebbe stato il malfunzionamento di una caldaia a metano all’interno della vecchia casa in cui si trovava la famiglia. Le salme delle tre vittime – 47 anni l’uomo, 44 la moglie e 20 il figlio del primo – sono a disposizione dell’autorità giudiziaria, che disporrà l’autopsia. CaldaiAltre due persone, due anziani coniugi, erano state trovate morte questa mattina in Friuli.