Follia di capodanno in Campania, botte lanciate in una culla col bambino

Follia di capodanno in Campania, botte lanciate in una culla col bambino

Tragedia sfiorata a Sarno, nel salernitano, dove un bimbo di appena 15 mesi è stato salvato dal gesto istintivo dei genitori che l’hanno tempestivamente preso in braccio mentre un petardo era entrato nel passeggino. L’episodio si è consumato lo scorso 31 dicembre ma è stato reso noto solo ieri, tramite denuncia.

Il piccolo Marco, 15 mesi, era comodamente adagiato nel suo passeggino spinto dalla madre Simona, con accanto il papà Raimondo. La famiglia era uscita intorno alle 18 della vigilia di capodanno per fare una passeggiata in mezzo a tante altre persone, per salutare l’arrivo del nuovo anno.

Per puro caso uno dei genitori si è abbassato per prendere in braccio il piccolo, proprio mentre da un’auto in corsa venivano lanciati dei petardi. Questi sono finiti all’interno del passeggino e sono esplosi, bruciando prima la copertina e poi una parte della struttura del passeggino.

Gli inquirenti stanno ora cercando di identificare i vandali, grazie soprattutto alla visione dei filmati di videosorveglianza della zona. Solo il gesto istintivo dei genitori ha evitato che l’accaduto finisse in tragedia.