‘Ndrangheta, catturato Antonio Strangio. Era latitante da 5 anni

‘Ndrangheta, catturato Antonio Strangio. Era latitante da 5 anni

La Polizia tedesca ha arrestato a Moers, località vicino Duisburg, un latitante calabrese, Antonio Strangio, di 38 anni, alias “u meccanicu” e “TT”, legato alla ‘ndrina Pelle-Vanchelli. L’arresto é stato eseguito su indicazione della Stazione dei carabinieri di San Luca, che sono giunti alla localizzazione del latitante analizzando le risultanze investigative disponibili sul suo conto e verificando ogni utenza da lui contattata in passato e ogni domicilio o dimora in cui avesse trovato ospitalità, in Italia ed all’estero.

Sfuggiva da 5 anni. Strangio era latitante dal 28 dicembre del 2012, giorno in cui si sottrasse alla misura cautelare dell’obbligo di dimora cui era sottoposto. Successivamente si era aggiunta a suo carico una condanna definitiva per intestazione fittizia di beni scaturita dalle indagini conseguenti alla strage di Duisburg nell’ambito delle quali il latitante è risultato prestanome della cosca Pelle-Vanchelli. Strangio, in particolare, deve scontare una condanna ad un anno e sette mesi di reclusione. Tra 90 giorni, come prevedeva la normativa sulle estradizioni, il meccanico con la passione per le Audi sarà riportato in Italia.