Giallo nel Vicentino, napoletano trovato morto in una pozza di sangue: s’indaga

Giallo nel Vicentino, napoletano trovato morto in una pozza di sangue: s’indaga

Tragedia nel Vicentino. Un operaio di 50 anni, originario di Napoli e da pochi mesi trasferitosi nel Vicentino, è stato trovato privo di vita nella sua casa ad Altavilla Vicentina, con una pinza da elettricista conficcata nella nuca.

Come rende noto il Mattino, accanto al suo corpo i militari hanno rinvenuto una lettera d’addio, che farebbe pensare ad un suicidio ma i carabinieri della compagnia di Vicenza, che stanno indagando sull’episodio, voglio vederci chiaro. Nessuna pista è esclusa. L’ipotesi del suicidio, tuttavia, non convincerebbe gli inquirenti. Secondo quanto emerge, la pinza sarebbe stata utilizzata per stringere attorno al collo una fascetta di plastica, che poi avrebbe provocato il decesso per soffocamento.

Il corpo è stato scoperto da una coppia di amici, che immediatamente ha dato l’allarme. I due hanno raccontato ai militari non riuscir a mettersi in contatto con il 50enne e che nel frattempo erano stati contatti anche dalla madre dell’uomo. In corso le indagini per far luce sul caso.