Vicenda assunzioni Arlas, le dichiarazione del consigliere comunale di Marano di Napoli Marco Tagliaferri

Vicenda assunzioni Arlas, le dichiarazione del consigliere comunale di Marano di Napoli Marco Tagliaferri
“In merito alle notizie pubblicate dagli organi di stampa sulla vicenda Arlas e che fanno riferimento ad una mia assunzione a tempo determinato a supporto del programma “Garanzia Giovani”, preciso di aver presentato formali dimissioni il giorno 20 dicembre 2014. Sono indignato nel constatare che alcuni organi di stampa abbiano accostato la questione assunzione al mio passaggio nel gruppo consiliare NCD. Nulla di più falso e di più offensivo. Ho partecipato al Bando così come hanno fatto tantissimi giovani, ed  ho superato le selezioni che si sono svolte in assoluta trasparenza. Sono stato assunto il giorno 1 dicembre 2014, ma dopo aver constatato immediatamente la difficoltà di conciliare i miei impegni istituzionali, personali e familiari, ho presentato le mie dimissioni venti giorni dopo. Non credo che un consigliere comunale debba essere penalizzato ed escluso da selezioni pubbliche. Rappresentare i cittadini di una comunità che hanno espresso il loro voto e la loro fiducia non significa dover essere discriminati ed esclusi da bandi di selezione e da opportunità lavorative. E nel caso specifico si trattava di un lavoro precario di sei mesi part-time. Un magro incarico tutto sommato. L’attacco che ho subito è solo il frutto di una cattiva campagna elettorale che certi personaggi stanno portando avanti senza scrupoli, cercando di colpire la parte politica avversaria con argomentazioni prove di fondamento, ma la verità è sotto gli occhi di tutti e basta poco per smontare i gracili castelli di sabbia creati ad arte”.