Rapina a Villaricca, ore contate per i banditi

Indagini a tutto campo. A ventiquattr’ore dalla rapina sulla Circumvallazione esterna, dove i banditi hanno sparato senza pensarci su due volte contro l’auto di un 40enne di Giugliano dopo averlo rapinato del Rolex, nulla è lasciato al caso. Al vaglio le immagini delle telecamere del sistema di videosorveglianza del bar Elite, dove ieri sera poco prima delle sette e trenta è avvenuta la rapina. Nelle mani degli inquirenti uno scooter risultato rubato, un portafoglio provento di una rapina ai danni di un’uomo di Quarto, una pistola 7,65 con matricola abrasa e tracce di sangue. Gli uomini i dell’Arma da questi elementi dovranno risalire agli autori della rapina che, solo per un caso fortuito, non è sfociata nel sangue. Al vaglio anche le testimonianze dei negozianti della zona e di alcuni clienti del bar che a quell’ora era affollato. Ma gli uomini della Benemerita avrebbero già una pista sui possibili autori del colpo: i rapinatori potrebbero provenire da Secondigliano o Scampia. Qualcuno li avrebbe già visti in passare in zona. Una sorta di ‘pattugliamento criminale’ della Circumvallazione che va dalla rotonda di Arzano fino ad arrivare a quella che porta a Villaricca, Marano e a Giugliano. Poco meno di cinque chilometri dove il quartetto avrebbe già messo a segno altri raid: fedi nuziali, Rolex e portafogli. Un modus operandi già noto alle forze dell’ordine che ora sperano di poter assicurare alla giustizia gli autori della rapina.