“Mia moglie mi ha portato via Salvatore”, Gennaro crea petizione per riportare il figlio in Italia: 1200 firme in meno di 24 ore

“Mia moglie mi ha portato via Salvatore”, Gennaro crea petizione per riportare il figlio in Italia: 1200 firme in meno di 24 ore

Una petizione per riabbracciare Salvatore dopo circa un anno di assenza. E’ il tentativo di Gennaro, un papà disperato, che dal 29 gennaio scorso non vede più suo figlio, di appena 2 anni.

Secondo il papà, il piccolo Salvatore Palumbo sarebbe stato portato via da Volla dalla madre, originaria dell’Ucraina. Su Change.org, la piattaforma on line che ospita centinaia di raccolte firma, la petizione ha raggiunto già 1200 firme in meno di ventiquattro ore. La petizione, infatti, è stata lanciata ieri pomeriggio ed è indirizzata al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“Rivoglio mio figlio, non so dove si trovi. Aiutatemi”, ha detto Gennaro in un video messaggio. Come rende noto il Mattino lo scorso febbraio, i legali di Gennaro Esposito, Angelo e Sergio Pisani, hanno presentato una denuncia per sequestro di persona alla Procura di Nola. Inoltre, più di un mese fa, il padre del piccolo scomparso ha depositato istanza al tribunale ucraino, nonché una nuova istanza di sollecito al tribunale di Nola. Dieci giorni fa, invece, i  rappresentanti diplomatici e l’ambasciatore italiano a Kiev, La Cecilia, si sono recati presso il ministero degli Esteri ucraino e hanno evidenziato l’urgenza con cui deve essere preso in considerazione il caso.

(fonte immagine: Il Mattino)