Incendia rifiuti pericolosi nella sua terra. Arrestato giuglianese

In Villa Literno (CE), località tre chiese, via S.M. a Cubito, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia e quelli della stazione di Casal di Principe hanno arrestato, in flagranza di reato per “combustione illecita di rifiuti”, Carputo Giacomo, cl. 1965, di Giugliano in Campania (NA) e Vennecok Romano, ucraino, cl. 1974, in Italia senza fissa dimora. I militari dell’Arma, intervenuti sul posto, hanno sorpreso e bloccato i due subito dopo aver appicato un incendio all’interno di un campo agricolo in uso allo stesso Carputo. La combustione ha interessato rifiuti speciali di varia tipologia, sversati illecitamente in tempi precedenti in quell’area. Le fiamme sono state domate dai Vigili del Fuoco di Caserta. L’area interessata dall’incendio è stata sottoposta a sequestro dai Carabinieri. In attesa della celebrazione del giudizio direttissimo, il Carputo è stato accompagnato presso la sua abitazione in regime degli arresti domiciliari, mentre il Vennecok è stato trattenuto presso le camere di sicurezza dell’Arma.