Esclusiva- Raffaele Sergio: “La vittoria di Roma ha restituito coraggio agli azzurri. Il problema non sono gli arbitri, ma le regole poche chiare”

Esclusiva- Raffaele Sergio: “La vittoria di Roma ha restituito coraggio agli azzurri. Il problema non sono gli arbitri, ma le regole poche chiare”

Raffaele Sergio, ex calciatore di Napoli ed Udinese, è intervenuto a ClubNapoli su TeleclubItalia. Queste le dichiarazioni del doppio ex: “L’Udinese è una società molto organizzata, avanti nella mentalità e nel coraggio di fare. E’ una società all’avanguardia per quanto riguarda il calcio italiano. Il Napoli è invece il sogno di ogni ragazzo campano. Peccato non aver vissuto parentesi positive in azzurro, si veniva da una situazione societaria non facile, ma ho bellissimi ricordi. La partita di domenica è stata fondamentale per il cammino azzurro, la Lazio è una squadra molto forte e il Napoli ha superato uno scoglio consistente. Questo gli avrà dato coraggio per andare avanti, specie dopo l’amarezza della sconfitta con la Juve. Credo che il problema del calcio giovanile ci sia un po’ ovunque, non solo qui a Napoli. I club non hanno giocatori del posto e questo si rivela un gran problema, perché così continueremo a prendere giocatori stranieri. Non capisco la classe arbitrale, quando giocavo io interpretavano le cose in maniera più chiara. Credo che la cosa peggiore sia mettere in dubbio qualcosa, quando non ci sono regole è ovvio che ci siano malumori. Gli arbitri per questo sbagliano, non sono tanto aiutati. Il vero problema è la poca chiarezza del sistema”.

 

Francesca Di Vito