Tacchino scaduto a scuola, controlli anche a Giugliano

Tacchino scaduto a scuola, controlli anche a Giugliano

Tacchino scaduto consegnato in una scuola di Napoli, la ditta nell’occhio del ciclone è anche aggiudicataria del servizio di refezione scolastica in città. SI tratta della E. P. spa di Roma, azienda specializzata nella distribuzione di cibi e bevande per mense, che ha presentato anche una denuncia contro ignoti ai carabinieri di Fuorigrotta «per verificare – si legge in una nota – l’esistenza di comportamenti illeciti diretti a danneggiare l’azienda e screditarla nei confronti dell’opinione pubblica».

La decisione dopo la scoperta della confezione di tacchino a fette avariato e scaduto, che stava per essere somministrato agli alunni del 73esimo circolo didattico Michelangelo Ilioneo di Bagnoli. E in città già qualche genitore degli alunni della scuola dell’infanzia ha chiesto di controllare ai responsabili dei plessi gli alimenti che vengono somministrati ai bimbi. “E’ un nostro diritto – affermano i genitori – il controllo è per evitare dubbi e restare tutti tranquilli”.

Ma la storia dell’appalto della refezione scolastica, ha visto per diversi mesi la sospensione del servizio in attesa che la gara venisse espletata e assegnata, tra ricorsi e polemiche: questioni che – a quanto pare – ha fatto partire anche un’indagine da parte della guardia di finanza.