Giugliano, Pd: ancora nessuna data per le primarie. Spunta l’ipotesi di un nome calato dall’alto

Giugliano, Pd: ancora nessuna data per le primarie. Spunta l’ipotesi di un nome calato dall’alto

Ancora ferme le primarie a Giugliano. Martedì ci sarà una riunione con i vertici del partito per decidere sul da farsi. Nell’ultima direzione regionale Venanzio Carpentieri parlò di una competizione da svolgere a metà febbraio. Per adesso però non  si sa ancora nulla e i quattro candidati Giovanni Russo, Antonio Poziello, Nicola Pirozzi, Raffaele Pacilio sono fermi ai nastri di partenza con i muscoli caldi già da un po’.

 

Ma la loro corsa verso la candidatura potrebbe essere frenata da un personaggio calato dall’alto. Il segretario provinciale temporeggia, ma già in un ultima intervista parlò della possibilità di avanzare un nome unico o di diverse ipotesi da mettere in campo per evitare il voto. Oggi, a quanto pare, le ipotesi sono diventate persone in carne ed ossa. Si tratterebbe forse di Francesco Talgialatela ex sindaco,  Emanuele D’Alterio ex assessore della giunta Taglialatela e Giovanna Palma, parlamentare del Pd.

 

Insomma pare che dai vertici, provinciali, regionali e forse anche nazionali, stiano facendo di tutto per evitare che i quattro scendano in campo si confrontino, si sfidino, rimettendosi alla volontà dei cittadini. Si lavora insomma, e si è sempre lavorato, per fare saltare le primarie e pare che si arrivi a sospendere la competizione a favore di una unica personalità sia per unire tutti che per far saltare un democratico confronto.