Nascondeva droga in uno dei fanali della macchina: pusher scoperto e arrestato in autostrada

Nascondeva droga in uno dei fanali della macchina: pusher scoperto e arrestato in autostrada

Si è svolta nella nottata un’importante operazione per il contrasto al traffico di sostanze stupefacenti condotta dalla Polizia di Stato e dalla Guardia di Finanza, che si è conclusa con il sequestro di circa 14 kg di cocaina.

La mirata attività di controllo del territorio, che ha visto impegnati gli agenti della Squadra Mobile e militari del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Napoli, ha portato al controllo di numerosi mezzi in transito sul tratto autostradale casertano e napoletano dell’A1, soprattutto in corrispondenza della “barriera” di Napoli Nord.

Nel corso della citata attività gli operatori, che si sono avvalsi anche di unità cinofile, hanno in particolare individuato un mezzo condotto da un soggetto napoletano (classe 1981), con precedenti penali, anche specifici, che ha destato sospetti per l’atteggiamento notevolmente nervoso tenuto durante i controlli. L’autovettura è stata quindi sottoposta a immediata, accurata ispezione, rilevando – grazie all’acume investigativo del personale intervenuto – la possibilità di accedere, attraverso la rimozione di uno dei due fanali, a un vano presente nella parte posteriore del veicolo.

Rimosso il fanale, gli operanti hanno accertato che all’interno di tale vano erano stati occultati ben 13 panetti di sostanza stupefacente, poi risultata essere cocaina pura, da oltre 1 chilogrammo l’uno, per un peso complessivo di circa 14 chilogrammi.

Si è proceduto pertanto al sequestro dell’ingente quantitativo di sostanza stupefacente, oltre che a quello dell’automezzo controllato, nonché all’arresto del conducente, che dovrà rispondere di traffico di sostanze stupefacenti.

Dalle prime risultanze investigative è emerso che la droga sequestrata era destinata alle piazze di spaccio del capoluogo partenopeo e avrebbe fruttato agli organizzatori, qualora immessa in commercio “al dettaglio”, un introito di oltre 5 milioni di euro.