A Marano un nuovo Bando per l’edilizia pubblica

A Marano un nuovo Bando per l’edilizia pubblica

E’ stato pubblicato il Bando per l’assegnazione degli alloggi popolari di proprietà del Comune di Marano da costruirsi, gli immobili saranno acquistati con fondi ERP o verranno recuperati in seguito alle operazioni di sgombero degli alloggi occupati abusivamente.

Il Bando è disponibile e scaricabile sull’Albo Pretorio online del sito ufficiale dell’Ente www.comunemaranodinapoli.gov.it. Saranno determinanti per la partecipazione al bando tre requisiti: reddito annuo complessivo del nucleo familiare non superiore a 14.038,63 euro, non titolarità di diritti di proprietà, non essere occupante senza titolo di un alloggio di edilizia residenziale pubblica.

“Finalmente dopo anni, la nostra Amministrazione ha messo in moto un meccanismo virtuoso che ci porterà alla risoluzione del problema degli alloggi popolari – ha sottolineato l’Assessore al Patrimonio Eliodoro Belmare – Nel corso degli anni sono stati numerosi gli episodi registrati di occupazione senza titolo degli alloggi popolari, purtroppo una cattiva pratica diffusa nelle medie e grandi città, connessa alla forte tensione abitativa delle aree urbane che spinge molte persone a soluzioni estreme. Con l’emissione del Bando abbiamo dato una risposta ad una situazione di stallo che in materia di patrimonio si trascina da vent’anni, imprimendo una svolta determinante”.

Soddisfatto anche il Sindaco Angelo Liccardo che ha così commentato: “La pubblicazione del Bando di assegnazione degli alloggi popolari è uno degli atti del nuovo percorso nel segno della legalità che caratterizza la nostra Amministrazione. C’è la volontà di intervenire fattivamente per dare risposte concrete ai cittadini che, assaliti dalla crisi economica nazionale, subiscono in maniera soffocante la crisi abitativa. E’ assolutamente opportuno avviare la procedura di assegnazione, garantendo anche la conservazione dell’alloggio se in possesso dei requisiti, evitando l’insorgere di nuove tensioni di carattere sociale. Sono molto soddisfatto, nonostante la pesante eredità che ha visto il settore Patrimonio abbandonato a se stesso da decenni, la nostra gestione amministrativa ha accolto le istanze delle famiglie che da tempo chiedevano legalità e trasparenza con la pubblicazione di un Bando di assegnazione alloggi”.