Agro Aversano, minacciano un ragazzo per una bottiglia: nei guai anche il nipote del boss Bidognetti

Agro Aversano, minacciano un ragazzo per una bottiglia: nei guai anche il nipote del boss Bidognetti

Tra i nomi dei tre estorsori, che rischiano un anno di reclusione,  è comparso anche quello di Vincenzo Bidognetti, nipote di Francesco Bidognetti, noto come “Cicciotto e’ mezzanotte”.

Mario Natale e Nicola De Falco – questi i nomi degli altri due – e Vincenzo Bidognetti sono tutti accusati di minaccia aggravata dal metodo mafioso per un diverbio avvenuto con un coetaneo di Casapesenna. Come riferisce Casertace.it, i tre avrebbero minacciato il figlio di un imprenditore di Casal di Principe a seguito di una  lite scoppiata per futili motivi: l’alterco infatti sarebbe nato per una questione di “precedenza” per l’acquisto di una bottiglia all’interno di un locale. Bidognetti, per intimorire il coetaneo, avrebbe maneggiato un’arma da fuoco e messo chiaro il suo legame di parentela con lo storico boss del clan dei Casalesi e braccio destro di Francesco Schiavone.