Nocera Inferiore, lividi sul corpo del figlio di 6 anni: incastrato da una registrazione

Nocera Inferiore, lividi sul corpo del figlio di 6 anni: incastrato da una registrazione

Violenze sulla moglie e sul figlio di appena 6 anni. Incastrato da una registrazione e da alcune foto. Una storia di maltrattamenti familiari quella che arriva da Fisciano, in provincia di Salerno, che ha portato all’arresto di un uomo di 60 anni, accusato di maltrattamenti e lesioni, con l’aggravante di aver agito su un minore.

La Procura di Nocera Inferiore ha chiesto il rito immediato, perché le prove, in particolare le foto, sono molto forti. Secondo i giudici l’uomo avrebbe esercitato un forte predominio sulla sua famiglia, tanto da condizionarne la vita. Le violenze si sarebbero protratte per 2 anni, dal 2015 ad oggi.

Spesso le violenze non venivano denunciate perché l’uomo sottraeva puntualmente il telefono alla consorte. Per chiedere aiuto la donna un giorno urlò dalla finestra di casa, attirando l’attenzione dei vicini che allertarono la Polizia Municipale. La donna ha spiegato che il marito la teneva sotto scacco e la minacciava costantemente non solo di toglierle il figlio e di non farglielo più vedere, ma anche di farle perdere il lavoro.