Sepe e De Iorio, due destini diversi per due figli di Napoli

Sepe e De Iorio, due destini diversi per due figli di Napoli

Il Napoli e la Scugnizzeria, una storia antica quanto l’Era De Laurentiis. Su questo fronte due importanti novità in arrivo, la prima è una cessione perché Salvatore De Iorio, attaccante mancino classe 1997, è in procinto di lasciare la squadra azzurra per andare alla Pro Vercelli, in Serie B. Il ragazzo non trova spazio nella squadra di Saurini che lo ha aggregato in squadra già da 2 anni, dopo aver fatto tutta la trafila nelle giovanili.

De Iorio è un attaccante buono che con tanto impegno riuscirà a ritagliarsi il proprio spazio nella Serie Cadetta una volta raggiunta una certa maturità.

L’azzurro che invece è sulla bocca di tutti negli ultimi tempi è Luigi Sepe che sta mantenendo in piedi la barca empolese capitanata da Sarri. Per il portiere è pronto il rinnovo fino al 2019 per battere la concorrenza della Fiorentina che avrebbe individuato nell’estremo difensore il successore di Neto. L’intenzione è quella di continuare la storia, magari in concorrenza con Rafael, e tutto dovrebbe risolversi nel giro di un paio di settimane.