Stasera appuntamento con Gomorra 3 su Sky Atlantic, Saviano: “Sono orgoglioso di aver lavorato a questo progetto”

Stasera appuntamento con Gomorra 3 su Sky Atlantic, Saviano: “Sono orgoglioso di aver lavorato a questo progetto”

Mancano poche ore al debutto della nuova stagione di Gomorra, la serie tv nata da un’idea di Roberto Saviano e tratto dal suo omonimo bestseller e diretta da Claudio Cupellini e Francesca Comencini, scritta da Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Ludovica Rampoldi.

Il primo episodio verrà trasmesso questa sera in prima visione alle 21:15 su Sky Atlantic HD. Sono 12 gli episodi prodotti per questa terza stagione di Gomorra. Oltre al successo internazionale in 170 paesi e all’anteprima al cinema, Gomorra ha fatto segnare incassi record al box office, con oltre 500mila euro. Secondo i dati Cinetel, Gomorra 3 è stata la prima scelta del pubblico, ben 29.569 spettatori hanno seguito i primissimi episodi, superando tutti i film presenti in sala.

“Insieme a noi scoprirete, in questa stagione, le Scampia d’Europa. Abbiamo deciso di raccontare le periferie per entrare nella ferita, per mostrarvi il luogo esatto in cui la vita sanguina e duole, – spiega l’autore di Gomorra, Roberto Saviano, in un post su Facebook. – “Siamo arrivati alla terza stagione e io sono orgoglioso di aver lavorato a questo progetto che, mentre intrattiene, mostra meccanismi che in genere conoscono solo gli addetti ai lavori”, ha concluso lo scrittore napoletano.

LE ANTICIPAZIONI

Nel primo episodio è evidente che sia stato Ciro a far fuori Don Pietro Savastano, ma la domanda è: perché nessuno è riuscito ad intervenire in tempo? Malamò e Genny si accusano a vicenda, ma sono costretti a collaborare se vogliono trovare l’Immortale e vendicare la morte del boss. Ma Ciro è stanco, non ha più la forza di combattere. Dopo aver provato a diventare il re di Scampia, mettendosi a capo degli Scissionisti, ha dovuto seppellire sua figlia e intanto Secondigliano è diventato il luogo dei suoi fantasmi. Il clan dei Savastano è sul piede di guerra ed è pronto a dar vita ad una vera e propria caccia all’uomo. Ma gli uomini di Ciro si sono dati alla fuga e anche lui sembra introvabile.