Melito, spacciavano cocaina nelle case popolari. La conservavano in calzini e vano contatore

Melito, spacciavano cocaina nelle case popolari. La conservavano in calzini e vano contatore

Vittorio Crisanti, di 32 anni e Antonio Lebro, di 33 anni, sono stati arrestati, nel pomeriggio di ieri, dagli agenti del Commissariato di Polizia “Scampia”, nel corso di un servizio volto al contrasto delle “piazze di spaccio” nel Comune di Melito di Napoli.

I poliziotti, al termine di un servizio di osservazione, hanno potuto scorgere i due spacciatori mentre rifornivano di “cocaina” tre acquirenti. Gli acquirenti, giunti in Via Arno, già sapevano che potevano rivolgersi ai due individui che stazionavano all’altezza dei giardinetti. Crisanti, infatti, dopo aver intascato il denaro, si dirigeva all’interno del complesso edilizio, raggiungendo il vano contatori da dove prelevava degli involucri che consegnava ai tre. Nel frattempo Lebro, a mo’ di vedetta, controllava sia il lato destro che sinistro della scala 11. Gli agenti sono intervenuti bloccando ed arrestando i due spacciatori. Il 32enne è stato trovato in possesso della somma di €.110,00, suddivisa in banconote di vario taglio.

Nel vano dei contatori, ove era stato notato Crisanti, all’interno di un calzino, sono state rinvenute una decina di cilindretti in plastica trasparenti, contenenti cocaina. Crisanti e Lebro, arrestati perché responsabili, in concorso tra loro, di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.