Gricignano, spara al migrante che lo stava aggredendo: in carcere l’imprenditore

Gricignano, spara al migrante che lo stava aggredendo: in carcere l’imprenditore

E’ stato arrestato Carmine Della Gatta, l’imprenditore di Gricignano d’Aversa che ha sparato a un immigrato del centro di accoglienza “La Vela” dopo essere stato aggredito. Il giudice per le indagini preliminari Fabrizio Finamore ha accolto la richiesta del pubblico ministero Rossana Esposito e ha disposto gli arresti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

La bruttissima vicenda risale a venerdì scorso, quando Della Gatta aveva esploso un colpo di pistola in bocca al migrante. L’uomo del Gambia, di appena 19 anni, con disturbi del comportamento, aveva incendiato la sua camera da letto mettendo in pericolo i 160 ospiti nella struttura messa a disposizione per accogliere i migranti provenienti da Lampedusa.
L’avvocato difensore di Carmine Della Gatta, Giovanni Cantelli, si è opposto alla richiesta sostenendo che il suo assistito ha agito per legittima difesa: «Il mio cliente è stato pestato e colpito con una pietra» dal 19enne.