Napoli, la tragedia di Giuseppe: arriva in ospedale con dolori allo stomaco e muore. Scatta l’inchiesta

Napoli, la tragedia di Giuseppe: arriva in ospedale con dolori allo stomaco e muore. Scatta l’inchiesta

Presunto caso di malasanità, scatta l’inchiesta per la morte di Giuseppe Poetini di Torre del Greco, 49 anni, padre e marito, chef su nave tra crociera, giunto in ospedale con forti dolori allo stomaco.

Nella notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre i familiari lo hanno portato per controlli all’ospedale Maresca di Torre del Greco, dove gli viene diagnosticata un’ulcera duodenale. Viene disposto il trasferimento in una struttura dotata di un reparto di rianimazione, gli Ascalesi. Dopo un miglioramento i valori di emoglobina dello chef crollano nuovamente, Poetini viene trasferito al Cardarelli, in quanto agli Ascalesi nel weekend il reparto di gastroenterologia dell’Ascalesi non è in funzione, dove trova la morte il 5 novembre.

Il calvario era cominciato a giugno. Giuseppe era ritornato a casa da poche settimane, dopo essere stato fuori per lavoro sei mesi. Un lungo periodo prima di poter riabbracciare la moglie Luigia e i due figli di 17 e 14 anni. Sulla vicenda indaga la sesta sezione della Procura di Napoli, che sul caso ha aperto un fascicolo dopo la denuncia dei familiari. Sequestrate le cartelle cliniche, è stata disposta l’autopsia per fare chiarezza sulle cause del decesso. L’ipotesi di reato è omicidio colposo, per ora si procede contro ignoti.