Casoria, in manette banda del buco: sono di Sant’Antimo e Napoli. Uno dei tre finisce in ospedale

Casoria, in manette banda del buco: sono di Sant’Antimo e Napoli. Uno dei tre finisce in ospedale

Avevano sfondato il muro di un condominio ad Arpino, a Casoria, a colpi di picconi e piedi di porco per entrare in una tabaccheria e derubarla. Peccato però che i rumori provocati dalla banda dei tre malviventi abbia allertato il vicinato e richiamato l’attenzione delle forze dell’ordine.

A finire in manette Salvatore Maresca, 34enne di Piscinola, Nicola De Maso, 46 anni di San Pietro a Patierno, e Antimino Morlando, 39 anni, di Sant’Antimo. I tre avevano praticato un grosso buco nella parete di un palazzo adiacente a una tabaccheria che avevano preso di mira. Quando i carabinieri sono giunti sul posto, hanno provato inutilmente a nascondersi.

Morlando e Maresca sono stati trovati dietro un muro, mentre De Maso ha provato a far perdere le proprie tracce su un piano rialzato per poi cadere e subire una frattura della colonna vertebrale. L’uomo è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasportato all’ospedale Cardarelli dove è in prognosi riservata, anche se non è in pericolo di vita. Gli altri due sono stati ristretti agli arresti domiciliari per tentato furto e danneggiamento.