Violenza in carcere nel Casertano, detenuto manda due agenti in ospedale

Violenza in carcere nel Casertano, detenuto manda due agenti in ospedale

Violenza in carcere. L’aggressione è avvenuta nella struttura di Carinola, in provincia di Caserta, dove un detenuto egiziano, con problemi psichici, ha aggredito un ispettore e un assistente della Polizia Penitenziaria per futili motivi.

I due agenti sono stati trasportati all’ospedale di Caserta. L’episodio è stato denunciato dal segretario dell’Uspp, sindacato di polizia penitenziaria, Ciro Auricchio. “Esprimo solidarietà ai colleghi vittime dell’aggressione. Non possiamo però astenerci – prosegue – dal fare una riflessione sulla situazione del circuito penitenziario dopo la chiusura degli OPG; oggi sono troppi i detenuti con patologie psichiatriche nelle carceri con pochi supporti terapeutici, mentre le REMS (Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza) sono sempre piene. Questi soggetti minano l’ordine e la sicurezza nelle carceri”.

Secondo Auricchio “un appello inoltre va fatto ai vertici dell’amministrazione penitenziaria ed al ministro, cui chiedo di intervenire e preoccuparsi delle continue aggressioni”.