Terremoto in Campania, la terra trema nella notte: gente in strada. Chiudono le scuole

Terremoto in Campania, la terra trema nella notte: gente in strada. Chiudono le scuole

Tanta paura questa notte in Campania. Una scossa di terremoto di magnitudo 3.8 è stata registrata in provincia di Salerno. Il sisma, di 11 chilometri di profondità, ha svegliato tantissime persone nel cuore della notte. A mezzanotte e 38 minuti, la terra ha tremato e l’evento sismico è stato avvertito in tantissimi paesi sparsi tra la Campania e la Basilicata (Montesano sulla Marcellana, Bonavitacola, Paterno, Tramutola, Sassano, Casa Buono, Sala Consilina, Teggiano, Atena Lucana), così come nel Cilento e nell’alta Calabria.

L’epicentro è stato individuato a Padula, a 38 chilometri da Potenza. La gente si è riversata in strada, spaventata. Tante le testimonianze di lampadari e mobili che si muovevano sotto l’effetto della scossa tellurica. Al momento non sembra ci siano danni o feriti. I sindaci di Buonabitacolo, Giancarlo Guercio, di Sala Consilina, Francesco Cavallone, e di Montesano sulla Marcellana, Giuseppe Rinaldi, hanno deciso di chiudere le scuole di ogni ordine e grado, per la giornata di oggi, in modo da effettuare sopralluoghi sugli edifici e controllare se la scossa abbia causato danni.