Protesta inceneritore: termina il blocco stradale. Buste aperte in Prefettura. Domani assemblea in Piazza Matteotti. Video

Protesta inceneritore: termina il blocco stradale. Buste aperte in Prefettura. Domani assemblea in Piazza Matteotti. Video

15.57. Il blocco stradale è terminato. Il comitato ha letto un comunicato. Domani ci sarà assemblea a Piazza Matteotti

15.39 – L’onorevole Salvio Micillo è in prefettura. Pare che l’apertura delle buste sia stata spostata lì.

14.15 I comitati bloccano la strada e tentano di entrare, ma le porte sono sbarrate.
E’ arrivato anche l’onorevole Salvio Micillo, m5s. Anche per lui porte chiuse.

12.58 Siamo all’esterno dell’assessorato regionale all’ambiente. Comitati, cittadini e studenti si sono riuniti qui per dire no all’inceneritore. Oggi dovrebbero aprirsi le buste del bando di gara. Ma il commissario Carotenuto, da noi contattato, ha detto che probabilmente potrebbe anche slittare l’apertura.
Tutti gli aggiornamenti e collegamenti in diretta al nostro ‪#‎Tgclub‬ delle 13.15

10.59 – Alle 14 l’apertura delle buste per le offerte relative alla costruzione dell’inceneritore in località Ponte Riccio. Non si tratta di affidamento è bene chiarirlo. E’ una sorta di dichiarazione di intenti. Ovvero due società si dicono disponibili a costruire il termovalorizzatore. Poi per la costruzione reale dovrà passare ancora del tempo qualche mese forse.

L’impianto secondo quanto disposto dal bando dovrà smaltire le ecoballe di Taverna del Re. Il timore dei comitati ambientalisti è però che l’inceneritore vada a smaltire ben altro ed anche i rifiuti del Comune di Napoli e magari anche di altre Regioni.

Una soluzione che è ritenuta insopportabile dalle associazioni che da anni lottano per il territorio ma anche dall’intera cittadinanza dell’area a nord di Napoli. E proprio in queste ore a Napoli è prevista una manifestazione per contrastare ogni tipo di iniziativa.