Omicidio Noemi: perizia psichiatrica per il fidanzato assassino

Omicidio Noemi: perizia psichiatrica per il fidanzato assassino

Sarà una perizia psichiatrica a stabilire se il quando ha ucciso la fidanzata era capace di intendere e di volere. L’accertamento medico sarà effettuato il 3 novembre. Il 17enne di Alessano, in provincia di Lecce, uccise la sua fidanzata Noemi Durini, 16 anni, scomparsa il 3 settembre e ritrovata il 13 nelle campagne di Santa Maria di Leuca.

Il gip ha quindi accolto la richiesta degli avvocati difensori. Il ragazzo nel corso dell’ultimo anno è stato sottoposto a trattamenti sanitari obbligatori a causa di alcuni problemi comportamentali.

Fu proprio grazie al suo racconto e alle sue indicazioni che gli inquirenti riuscirono a ritrovare il corpo della giovane. Già al momento del fermo riscontrarono problemi psichiatrici e di incompatibilità con la detenzione in carcere. Ora sarà una perizia a stabilirlo.