Roma, notti di sesso e droga: scoperta casa “hard” dietro circolo culturale. C’era la dark room

Roma, notti di sesso e droga: scoperta casa “hard” dietro circolo culturale. C’era la dark room

Sembrava un innocente circolo culturale. E ‘invece era un “bordello” in piena regola dove si consumavano alcool, droga e sesso. Il tutto è avvenuto a Roma, nella zona della Magliana. A riportare la notizia il Messaggero.

I controlli sono stati effettuati dalla Polizia dopo aver passato al settaccio i social network. La serata infatti era stata pubblicizzata in rete. Una volta entrati nel locale, gli agenti in borghese hanno subito ricostruito le dinamiche interne del locale. C’era un dj, che gestiva musica ad alto volume, un bar che somministrava senza autorizzazioni bevande alcoliche di ogni tipo e poi una vera e proprio “dark room”, una stanza segreta, “al buio” dove venivano consumati rapporti sessuali non solo nei mini-camerini.

Il sesso si faceva anche nei corridoi, davanti a tutti, tra l’alcool e la musica assordante. All’ingresso, a selezionare i clienti, due buttafori. Una volta entrati, si pagava un biglietto e si entrava dando anche il proprio soprabito a un improvvisato guardaroba. Erano stati venduti, al momento dei controlli, già 240 biglietti. Il locale è stato chiuso, il questore ne ha disposto l’immediata cessazione dell’attività e la sospensione per 60 giorni dell’attività di somministrazione di alimenti e bevate. Elevata supermulta da 10mila euro.