Sexy truffe, presa la banda delle donne. Arresti anche in Campania

Sexy truffe, presa la banda delle donne. Arresti anche in Campania

Da quattro anni facevano truffe e raggiri online: dalle ‘sexy-truffe’ ai falsi biglietti per concerti di beneficienza, dalle offerte di lavoro che non c’erano alle inesistenti case vacanze. Circa 500 colpi che hanno fruttato centinaia di migliaia di euro.

I carabinieri di Reggio Emilia, insieme a quelli di varie regioni tra cui la Campania, hanno arrestato sei persone. Si tratta dell’operazione ‘Deep Impact’, nei confronti di 18 indagati per associazione per delinquere, truffa aggravata, ricettazione, sostituzione di persona, uso indebito di carta di credito, estorsione e falso in atto pubblico. L’organizzazione è composta prevalentemente da donne e per il suo smantellamento hanno contribuito anche i servizi delle trasmissioni televisive come Striscia la notizia e le Iene.

Arresti e perquisizioni sono stati eseguiti in Campania, Emilia Romagna, Piemonte, Basilicata e Lombardia. In carcere madre e figlio di Scafati (Salerno), ma domiciliati a Reggio; sono ritenuti i capi del sodalizio. Dietro le sbarre anche un 29enne di Massa di Somma, anch’egli residente a Reggio. Ai domiciliari una 53enne che abita a Scandiano e una 28enne di Reggio. Per una napoletana residente a Scandiano è stato disposto l’obbligo di firma e di dimora.