Agro Aversano, “non mi sento bene”. Accosta con l’auto e muore ai bordi della strada

Agro Aversano, “non mi sento bene”. Accosta con l’auto e muore ai bordi della strada

Un cadavere nell’agro aversano. Il corpo di un 63enne è stato rivenuto domenica nelle campagne di Teverola, lungo la statale 7bis, nota anche come via Appia, raccordo che unisce l’agro aversano al casertano.

A lanciare l’allarme è stato un automobilista di passaggio, che ha notato la presenza di un corpo esanime ai piedi di una vettura parcheggiata poco prima della casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Immediatamente sono giunti i soccorsi, ma i sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della vittima.

Sul posto anche le forze dell’ordine, che hanno effettuato i rilievi. Probabilmente la Procura disporrà l’esame autoptico sul cadavere del 63enne, le cause del cui decesso sono tutte da accertare. La prima ipotesi è quella di un arresto cardiocircolatorio. Non si è esclude che l’uomo si sia fermato a seguito di un malore. La zona, tra l’altro, è sempre frequentata da prostitute.