Election day, manca il via libera del Senato. Ancora incerta la data delle amministrative

Election day, manca il via libera del Senato. Ancora incerta la data delle amministrative

Nelle ultime ore è circolata la notizia di un election day a maggio secondo cui le elezioni amministrative e le regionali si terranno nello stesso giorno. Il tutto grazie a un emendamento di alcuni senatori inserito nella legge di stabilità che è al voto del Senato. Il prossimo sindaco di Giugliano dunque dovrebbe essere eletto a maggio con il presidente della regione. La notizia però è imprecisa. Proviamo a fare chiarezza.

VOTO DELL’AULA – L’emendamento election day è stato votato in commissione bilancio, ma il fatto che la commissione abbia dato l’ok non significa che è cosa fatta. L’emendamento, o meglio l’intera legge di stabilità, deve superare il vaglio del Senato, tra ostruzionismi e ritardi. E non parliamo di bazzecole.

OSTRUZIONISMO – Lo stesso viceministro dell’Economia, Enrico Morando ha spiegato di aver bisogno di ancora un po’ di tempo. «Mi impegno a fare in modo che a breve possa cominciare il nostro lavoro regolarmente» con la presentazione del maxiemendamento. Tuttavia l’emendamento al momento ancora non c’è. Il testo è ancora in fase di limatura. Sotto la lente, in particolare, le proposte votate in Senato. Di queste, secondo quanto si apprende da fonti parlamentari, sarebbero una trentina quelle che rischiano di «saltare», e non si sa se è incluso anche l’election day.

AMMINISTRATIVE – Dunque sulla data delle elezioni che tanto stanno tenendo banco in città è ancora tutto in progress. Le urne potrebbero dunque aprirsi a maggio quando termina il mandato dei commissari o ancora addirittura a novembre.