Cimitero di auto rubate e incendiate, rifiuti tossici e nocivi: sequestrata area di 20 mila mq.

Cimitero di auto rubate e incendiate, rifiuti tossici e nocivi: sequestrata area di 20 mila mq.

Carcasse di auto incendiate, amianto, rifiuti speciali pericolosi. Una discarica a cielo aperto, un cimitero di veicoli probabilmente rubati e poi dati alle fiamme. I carabinieri delle stazioni di Giugliano e Varcaturo, insieme al personale della polizia municipale e del wwf, hanno sequestrato un’area di 20mila metri quadri in località Tre Ponti, nella zona Asi di Giugliano.

Il terreno era uno sversatoio di materiali di ogni genere. I militari hanno difatti ritrovato rifiuti speciali pericolosi tra i quali eternit, plastica, materiali di risulta, vernici e pneumatici. Oltre che 10 carcasse di auto incendiate, 12 accumulatori di energia destinati a garantire il funzionamento di ripetitori telefonici in assenza di energia della rete. Di questi 4 sono risultati rubati lo scorso 7 dicembre, per gli altri sono in corso aggiornamenti che ne stabiliscano la provenienza. La zona era dunque terra franca di ecomafie e probabilmente di imprenditori che versano illecitamente gli scarti delle loro aziende.

Sul posto è intervenuto personale dell’Arpac per l’esatta classificazione dei rifiuti.