Pedonalizzazione del Corso Campano, volano dell’economia e del benessere cittadino

Pedonalizzazione del Corso Campano, volano dell’economia e del benessere cittadino

Pedonalizzazione del Corso Campano. Un progetto questo, già sperimentato dalle passate amministrazioni. Quella Taglialatela prevedeva una ztl lungo il Corso in determinati giorni. Mentre durante l’era Pianese, anche via Roma veniva chiusa alla circolazione veicolare. L’effetto sortito però, non fu dei migliori. Secondo il nuovo progetto di isola pedonale permanente, infatti, anche l’arteria che collega Piazza Gramsci al Corso dovrebbe essere interdetta al traffico. In fondo Giugliano e il suo nuovo centro storico si appresta a diventare come tante altre città del territorio e  non solo. Basti pensare ad Aversa dove l’isola pedonale è diventata ormai il fiore all’occhiello di tutto il comprensorio.

Quella della ZTL si è dimostrata un’idea vincente in ogni luogo sin dai suoi esordi nel 1953, quando a Rotterdam esordì appunto l’isola pedonale. In Italia invece la prima pedonalizzazione fu fatta a Roma nell’area del Colosseo nel 1980. Le caratteristiche di sviluppo da allora ad oggi rilevate sono livelli molto bassi dell’utilizzo dell’automobile, con conseguente riduzione di traffico sulle strade circostanti; elevato numero di persone circolanti a piedi o in bicicletta;tra gli infanti, più libertà di movimento indipendente e giochi motori;meno superficie occupata da parcheggi e strade, con conseguente aumento di disponibilità per spazi verdi o sociali. Certo paragonare Giugliano alle più grandi cittadine europee sembrerebbe un azzardo, ma in fondo basta un po’ d’impegno e senso civico perché questo possa avvenire.