Mercato immobiliare: a Giugliano – 20,7% di compravendite

Mercato immobiliare: a Giugliano – 20,7% di compravendite

Il mercato immobiliare torna a sorridere in Italia. Tranne a Napoli dove sembra che la situazione non migliori per nulla. Le case vengono vendute ancora a prezzi riabssati rispetto al mercato e per adesso non si riesce a vedere una ripresa. A soffrire meno è la zona di Napoli sud costiera compresa, dove i prezzi hanno invece avuto un aumento tornando ad essere più o meno regolari. Dalla parte opposta, in provincia  nord la caduta più vistosa si registra nell’area vesuviana interna e in quella giuglianese con il -6,4% di compravendite.

 

A  Giugliano  con il – 20,7%, Qualiano (-20,3%) e Villaricca (-18,5%). Nell’area giuglianese, però, c’è il boom di Marano, che registra un incremento del 39,3% delle compravendite e di Calvizzano (+35,5%). Bene la macroarea Acerra-Pomigliano (+7,5%), frutto del crollo di Acerra (-35,9%) e del boom di Pomigliano d’Arco (+41,4) e Casalnuovo(+13,4%).

 

Insomma a Giugliano e nell’area il mercato non riprende. Per anni la città è stata al centro di un florido mercato immobiliare dovuto anche alle tantissime colate di cemento e parchi che sono nati un po’ ovunque. La città però per adesso pare non godere di buona salute nemmeno in questo settore. Tante le case che vengono costruite e restano invendute. Da un lato la crisi economica dall’altra una città che non offre più nulla a livello di vivibilità. Altrimenti non si spiegherebbe come Marano e Calvizzano abbiano avuto un incremento. E’ probabile le si scelgano per la vicinanza al capoluogo e la vicinanza con la metropolitana di Chiaiano.